Lo stato attuale

Attualmente ci sono due "istanze" di gancio, le chiamo così anche se in realtà non sono proprio delle istanze ma semplicemente due installazioni.

Sono gancio.cisti.org con gli eventi dei movimenti torinesi e lapunta.org per i fiorentini (istanza che è stata presentata in piazza il 3 agosto).

L'istanza torinese è in piedi da circa 6 mesi, ha pubblicato 418 eventi e ha circa 700 visitatori unici al giorno escludendo feed rss e ics (no, non salviamo gli ip). Se la pagina la vedete ora è vuota, non solo perchè ad agosto torino diventa praticamente il molise, ma anche perchè non abbiamo ancora avuto modo di presentare il progetto cisti (rimedieremo questo autunno ormai), comunque un paio di mesi fa appariva così:

Una cosa che ho notato con l'arrivo dell'istanza fiorentina è che le necessità, le richieste e gli usi che delle comunità - anche molto affini - fanno dello stesso strumento sono anche parecchio diverse.

Un esempio su tutti - parlando di gancio - sono gli eventi ricorrenti, praticamente su lapunta.org ci sono solo eventi ricorrenti - che per ora vengono inseriti manualmente uno per uno - mentre per noi questa non è stata una necessità impellente, forse perchè gli appuntamenti ricorrenti sono abbastanza presenti nella memoria collettiva torinese o forse semplicemente non ci abbiamo pensato.

Comunque è per questo che una delle ultime funzionalità aggiunte su gancio è la possibilità di aggiungere eventi ricorrenti.

Un'altra richiesta è stata quella di disabilitare la registrazione, perchè il collettivo che si occupa di lapunta.org - ovvero l'hacklab if_do - ha deciso di aprire pochi account a poche persone di fiducia.

Insomma ho aggiunto nel pannello di amministrazione una serie di impostazioni per configurare alcune caratteristiche della propria istanza di gancio così ogni istanza può decidere il caso d'uso migliore.

Io ad esempio volevo assolutamente la possibilità di inserire eventi in maniera anonima, mi interessa mettere il focus sui contenuti e meno su chi quei contenuti li ha prodotti (questo in generale nella vita). E' anche per questo che non c'è scritto da nessuna parte chi ha pubblicato un evento. Pubblicare eventi con il proprio utente permette però di saltare la conferma dell'evento stesso e anche ovviamente di poterli modificare (cosa per ora non fattibile con gli eventi pubblicati anonimamente, ps. per le persone coraggiose questa è una good first issue).

Un'altro aspetto a cui ho dedicato del tempo in questi mesi è la documentazione, potete trovarla su gancio.org e per sperimentare un'istanza live senza fare danni ho messo in piedi una demo su demo.gancio.org, l'utente è admin con password admin, potete farvi un giro, aggiungere utenti, eventi, interagire con gli stessi dal fediverso.

Sulla federazione

Uno dei servizi che abbiamo voluto sperimentare da subito su cisti è mastodon spinti anche dall'entusiasmo dei bolognesi in merito, che con l'istanza gestita dal collettivo bida ci hanno contagiato.

Lo strumento del microblogging ha per quanto mi riguarda alcune criticità, ma quello che c'è dietro mastodon - ovvero la federazione - sembra proprio una bella pensata per togliere peso e centralità alle piattaforme malate dell'internet, per redistribuire il potere e spostare i rapporti di forza degli strumenti che usiamo per comunicare e organizzarci collettivamente.

All'inizio non mi sembrava utile portare gancio dentro la federazione e infatti l'interazione con il fediverso era implementata come se fosse un client - è ancora così - associato ad un account mastodon, per ogni evento inserito questo veniva rimandato dall'account associato di mastodon:

ma ultimamente ho studiato un po' ActivityPub (che è il protocollo alla base della federazione) e letto un po' di ragionamenti della comunità che ci sta dietro e mi sono convinta a prendere questa strada.

Insomma gancio è nel fediverso, per ora solo con la sua istanza di demo e in una forma basilare, supportando boost/bookmark e reply/commenti.

Organizzarsi per organizzarsi

Una delle necessità di ogni progetto è lo strumento comunicativo/organizzativo da utilizzare per portarlo avanti. Ecco siccome nel 2019 ci sono mille vie papabili, partiamo dai desideri:

  • sicuramente asincrono che chiunque possa contibuire ai ragionamenti quando meglio crede;
  • che permetta di sbrodolare tanto, perchè i temi non sono banali;
  • che si possa contribuire facilmente e che le discussioni siano pubbliche.

E quindi? Un'ennesima mailing list? Un forum tipo discourse? Le issues di framagit? Nel dubbio proverò Framavox.

L'altra questione aperta è la moderazione, su cui abbiamo avuto in questi mesi due tipi di problematiche: che le policy sono tanto belle ma poi alla fine la realtà è sempre più complessa di come ce la vogliamo raccontare e quindi tocca trattare ogni caso singolarmente, mi sembra che le policy servano più verso l'esterno più che verso l'interno, cioè non sono uno strumento valido per decidere se un evento lo possiamo tenere dentro gancio oppure no, ma più che altro per scoraggiare chi vuole mettere l'evento del suo circolino di bocce dal farlo. Ecco noi la moderazione la vorremmo aprire, non vogliamo decidere da soli cosa tenere e cosa non tenere, che se per alcuni eventi è facile, per molti altri non lo è. Ok eventi non commerciali, antifascisti, antirazzisti, antisessisti e fin qui ci siamo, ma vi faccio alcuni esempi che ci sono capitati in questi mesi: ricordate l'hype mediatico dell'editore di estrema destra Altaforte al salone del libro? Ecco un partito - che non nominerò - aveva organizzato un presidio fuori dal salone contro questo ospite e ne aveva pubblicato l'evento su gancio: nelle policy di gancio in realtà non è esplicitato di non inserire eventi organizzati da partiti politici - probabilmente dovremmo farlo per essere chiari -però quando si parla di sindacati non confederati invece? E di collettivi che ospitano eventi anche condivisibili ma con invitati legati a partiti politici? A tutte queste domande abbiamo sempre risposto di no - mi sembra - non volendo dare visibilità a soggetti che sono per noi in un rapporto di forza favorevole e hanno i loro mezzi e strumenti per organizzarsi e portare avanti le proprie istanze. Ma forse non sempre è così? La seconda problematica relativa alla moderazione sono gli eventi distanti. Succede che su gancio vengano inseriti eventi molto molto distanti dal nostro "torino e dintorni" di riferimento, per questi invece non abbiamo risposto di no nel caso chiamate nazionali o plausibilmente partecipate e/o organizzate da qui.

Good first issue

Dopo una fase embrionale di sviluppo, gancio è pronto per aprirsi alla comunità:

Innanzitutto feedback, se qualcosa non vi torna, è scritto male, non si capisce, avete suggerimenti aprite una issue o discutiamone insieme

Se volete mettere su un nodo di gancio nella vostra città è un buon momento, basta seguire la documentazione.

Se ti piace tradurre puoi cominciare da qua, sto usando l'italiano come base quindi it.js è sicuramente il più aggiornato mentre per modificare la documentazione c'è una cartella docs autoesplicativa.

Se vuoi mettere mano al codice ci sono alcune ottime feature che vi aspettano per fare pratica con l'architettura di gancio:

  • Vuoi imparare nuxt.js? Una di queste è la possibilità di incorporare un piccolo box di un evento su un sito esterno più o meno come faccio già con l'iframe della lista degli eventi (sicuramente migliorabile anche questa).
  • Se sei amante delle pulizie primaverili e vuoi giocare un po' con Vue.js? Ci sono almeno un paio di issue per te iniziate ma non finite (appositamente).
  • Vuoi mannaggiare con il fediverso? La directory per te è /server/federation dove manca di tutto, moderazione, controllo degli errori, sicurezza di base, verifica delle firme, etc.
  • Sei amante dell'anonimato? Puoi aggiungere la possibilità di modificare eventi pubblicati da persone non registrate (basta generare un codice da copiare al termine della creazione dell'evento).
  • Ti schifa l'interfaccia? Non sei da solo/a. Ci dai una mano?

Altre cose su cui mi piacerebbe ragionare:

  • supportare i temi o almeno la possibilità di modificare lo stile.
  • avere un utente particolare che invia tutti gli eventi nel fediverso.
  • ragionare sulla possibilità di condividere eventi con altre istanze (quindi l'interfaccia attuale diventerebbe una sorta di timeline locale) e forse avere la possibilità di specificare la portata geografica degli eventi (locale, nazionale, continentale, globale) in maniera da inviarli alle istanze di gancio federate.
  • ragionare sulla possibilità di avere eventi gerarchici (ad esempio dentro un festival ho 10 concerti ad orari e luoghi diversi, potrei generare una pagina per il festival con un calendario suo, anche da poter incorporare su un sito terzo)
  • contattare mobilizon e gettogheter.
  • avere la possibilità di importare eventi da altre fonti/api (vedi ad esempio radar.squat.net?
  • notificare gli eventi non solo quando vengono inseriti ma magari un paio d'ore prima dell'inizio, oppure inviare al mattino una lista di eventi del giorno.

Se avete un modo per farlo meglio, è il benvenuto!

Infine volevo mandare un abbraccio fortissimo a tutto XM24 che ieri ha subito un duro colpo dal nulla che avanza, in particolare ai fratelli e le sorelle di hacklabbo che se non era per loro sicuro non stavamo qua a parlare di fediverso. Quello che mi viene da dire è tutto in questa foto proprio di hacklabbo:

questo nulla non ci annullerà

Risorse